Chi siamo

Un po’ di storia…

La Pitti Edizioni si affaccia timidamente sul pianeta editoriale nell’anno 2006, pubblicando alcuni testi di poesie e di narrativa, nonostante l’ormai incontrollata inflazione che ha invaso il mondo editoriale. Le grosse difficoltà iniziali sono state soprattutto nel rapporto col mondo della distribuzione e delle librerie. La diffusione dei libri in Italia è aggravata da comprensibili motivi economici e commerciali. I distributori tendono a richiedere solo grandi case editrici e lavorare solo su libri di sicura vendita. E questo di fatto è stato l’ostacolo più grosso da superare per la nostra Casa editrice, ma diremmo per tutti i piccoli editori.

Ma non ci siamo arresi! Ci siamo riorganizzati per seguire vie alternative con la diffusione diretta nelle librerie, con ordini on line, distributori telematici, etc., e siamo in fase di costruire lentamente ma progressivamente canali nuovi di promozione e diffusione, ricorrendo alla distribuzione diretta (autore ed editore) e alle librerie virtuali.

Oggi trovare un libro è molto più facile. In libreria o attraverso internet, o anche telefonicamente direttamente alla casa editrice, è facile avere il libro anche nel giro di pochi giorni. Diceva qualcuno: «alla fine il problema più grande rimane quello che gli italiani scrivono tanto e leggono poco»…

All’inizio avevamo puntato soprattutto su autori esordienti, in particolare siciliani, illustri sconosciuti e sono stati parecchi i librai che non hanno voluto avere in libreria «titoli che non vendono», «libri che prendono solo spazio»… (erano le frasi ricorrenti!).

È solo da qualche anno che il nostro marchio comincia a essere «visibile», soprattutto nei canali della rete.

Oggi la Pitti Edizioni può annoverare progetti editoriali di un certo spessore di cui un fiore all’occhiello è la collana «Shofar», inaugurata con le lettere pastorali, messaggi e discorsi del Cardinale Pappalardo al popolo palermitano, di cui è stato Arcivescovo per 25 anni, a cui hanno fatto seguito altri due volumi che ci hanno permesso la realizzazione di un “cofanetto” presentato alla Facoltà Teologica di Sicilia alla presenza del Presidente Sergio Mattarella; altro capolavoro è la Vita di San Filippo Neri del Capecelatro, un’opera definita “splendida e monumentale” per l’impegno che ha richiesto la realizzazione del volume di ben 832 pagine…

Abbiamo iniziato anche una collana sulle “Verità storiche negate” con una prima pubblicazione di Pippo Scianò, La Sicilia diventò Colonia…, che narra i reali avvenimenti risorgimentali accaduti con l’invasione del Regno delle Due Sicilie, a cui segue il secondo volume L’esercito dimenticato.

Altre pubblicazioni di notevole interesse storico-architettonico sono: Il paesaggio antropico – La Sicilia da Idrisi a Brandi, della prof.ssa Angela Mazzè, La Fontana Pretoria di Palermo, La Chiesa di S. Spirito di Agrigento e Il monumento a Filippo V, della prof.ssa Marcella La Monica, Il Genio di Palermo, della prof.ssa Antonella Chiazza, e altri…

Abbiamo pubblicato ben 11 edizioni in Albanese-Italiano, avvalendoci di noti scrittori come il prof. Matteo Mandalà, il prof. Giuseppe Schirò Di Maggio, il prof. Pietro Manali, la prof.ssa Marg Scilippa.

E infine opere di saggistica, narrativa, liriche e tutto ciò che il mondo editoriale ci richiede.