IL PAESAGGIO ANTROPICO

La Sicilia da Idrisi a Brandi

Angela Mazzè

Ante Scripta di Alberto Sposito

Collana “Artefacta” – 1
Data Pubblicazione: gennaio 2012
Pagg. 296, f.to 17×24
Cod. ISBN 9788896569115
Prezzo di copertina: € 28,00

In offerta a € 18.00

 

Perché vi sia un paesaggio, occorre non soltanto che vi sia uno sguardo,
una percezione cosciente, un giudizio e infine una descrizione
Marc Augé, Rovine e macerie. Il senso del tempo

 

Il volume ripercorre le tappe dei più grandi viaggiatori in Sicilia, descrivendone minuziosamente la storia artistica del ricchissimo patrimonio architettonico siciliano creato dall’uomo e del paesaggio antropico dal XII al XX secolo.
Un impegno notevole per la prof.ssa Angela Mazzè, nota ricercatrice paziente e infaticabile di storia dell’arte moderna dell’Università di Palermo che ha curato magistralmente l’opera.
E’ un bel libro di 296 pagine, corredato di importanti documenti inediti e ricco di illustrazioni (importanti e famosi siti monumentali siciliani, i terremoti che hanno sconvolto la Sicilia, suggestive incisioni…), con la dettagliata descrizione di quei viaggiatori che hanno attraversato in lungo e in largo la Sicilia e sono rimasti incantati sia dalle bellezze naturali (antropiche) sia dalle bellezze artistiche; non mancano però quei viaggiatori che hanno giudicato negativamente queste bellezze…
Il libro dà l’avvio ad una nuova collana editoriale della PITTI Edizioni, ARTEFACTA, cioè le cose fatte con arte, risultato di un artificio, inteso quale insieme di operazioni condotte dall’uomo con la maestria dell’arte: la pittura, la scultura, l’architettura, le cosiddette arti minori, il paesaggio antropico e archeologico.